REALTÁ VIRTUALE: COME È NATA QUESTA TECNOLOGIA?

in
13
REALTÁ VIRTUALE: COME È NATA QUESTA TECNOLOGIA?

La reaItà virtuale è un fenomeno tecnologico che ha preso piede in maniera dilagante negli ultimi anni ma forse non tutti sanno che si basa su studi e applicazioni iniziati quasi due secoli fa. Curiosamente, infatti,i visori per la realtà virtuale si basano su una tecnica fotografica molto antica: come spesso accade, la tecnologia del presente è una replica di un’invenzione molto meno recente.

COME ABBIAMO VISTO NEI PRECEDENTI ARTICOLI, ESISTONO DIVERSE TIPOLOGIE DI VISORI PER LA REALTÀ VIRTUALE MA TUTTI SFRUTTANO ESATTAMENTE LO STESSO PRINCIPIO. LA TECNICA DI RIFERIMENTO È DETTA STEREOSCOPIA (O STEREOFOTOGRAFIA) E CONSENTE DI CREARE E VISUALIZZARE IMMAGINI CON UN EFFETTO ILLUSORIAMENTE TRIDIMENSIONALE.

Questa tecnica deriva dalla naturale visione binoculare tipica dell’essere umano. La visione binoculare è il principale mezzo utilizzato dal cervello per la gestione della profondità visiva e inizia dalla somma del campo visivo monoculare, quando entrambi gli occhi trasmettono singolarmente la stessa immagine al cervello c’è una sovrapposizione dell’area visiva che consente al cervello di elaborare profondità e spazialità del mondo circostante.

54321
(0 votes. Average 0 of 5)
Leave a reply